Appurato che la presenza delle tre Rsa pubbliche di Bagnone, Fivizzano e Pontremoli non comporta alcun aggravio di spese per la sanità locale, stiamo lavorando per giungere ad una soluzione in grado di salvare i posti di lavoro sia nelle Rsa pubbliche che private in Lunigiana.
Però, fin da ora possiamo già dire che tutti i lavoratori saranno salvaguardati e garantiti.
E' per questo che salutiamo con favore il fatto che sia stata bandita la gara, tramite Estav, per la gestione futura delle Rsa pubbliche, visto che la gestione della cooperativa Cadal è in scadenza.
A breve convocheremo l'assemblea dei soci della Società della Salute della Lunigiana e i sindacati, in modo da affrontare la situazione e risolverla nel migliore dei modi, come è nostra volontà.
I sindaci lunigianesi, di conseguenza, si sono impegnati tutti insieme a lavorare per ottenere una soluzione positiva.


Aulla, 25 maggio 2013


                                                                                         Il Presidente della SdS Lunigiana
                                                                                                       Riccardo Varese