Un disabile al cinema è una presenza scomoda, raramente preso in considerazione, viste le resistenze opposte per anni prima di aprire le porte ad argomenti scomodi e disturbanti come la disabilità e l’handicap.
Poi le cose sono cambiate e il cinema ha contribuito molto a fare conoscere questo universo unico e straordinario.
E’ con queste premesse che il centro polivalente “Icaro” di Costamala di Licciana Nardi, gestito dalla Società della Salute della Lunigiana, nel contesto della 10^ edizione della rassegna “I..caro teatro”, ha chiesto a due importanti associazioni del territorio, Anffas e Aldi, che si occupano di disabilità, di sposare un’idea progettuale in modo da realizzare una mini rassegna di cineforum.
La proposta è stata accolta anche dal centro studi “Martha Harris Lunigiana”, che, nell’ambito della sua attività psicoanalitica, ha sempre avuto a cuore la dimensione interna della persona.
Fondamentale è stato anche il sostegno della cooperativa Cadal, che, da sempre, persegue l’importante scopo dell’integrazione sociale dei cittadini, con particolare riferimento ai soggetti socialmente svantaggiati.
Da questa collaborazione è nata “Anche noi”, mini rassegna di cineforum sul tema della disabilità, in corso di svolgimento al centro polivalente “Icaro” ad ingresso gratuito.
Il secondo appuntamento, presentato dall'Aldi, avrà luogo sabato 20 febbraio dalle ore 17, con la proiezione di “Noi siamo Francesco” di Guendalina Zampagni, un film sulla focomelia del protagonista, Francesco, un ragazzo bello e intelligente, al quale la mancanza degli arti superiori non impedisce di avere una vita piena, fatta di studio, sport e scorribande con gli amici, sempre pronti a sostenerlo, compensando le sue difficoltà.
Ad introdurre la proiezione sarà Paolo Bestazzoni (presidente dell'Aldi), mentre a moderare il dibattito saranno il dottor Imerio Tonelli (presidente del centro studi “Martha Harris Lunigiana”) e la dottoressa Daniela Monali (centro studi “Martha Harris Lunigiana”).


Aulla, 18 febbraio 2016


                                                                                                     L’ufficio stampa
                                                                                                       SdS Lunigiana