Dopo gli annunci, salutati con immotivata soddisfazione da qualcuno, sulla prossima chiusura delle Società della Salute, è sceso il silenzio su quanto la Regione Toscana intende fare affinché non venga disperso quanto di buono fatto in questi anni, un patrimonio di professionalità, di umanità e di risultati.
E assieme al silenzio viene avanti una preoccupazione crescente e comprensibile da parte dei dirigenti, degli operatori e degli utenti per il destino dei servizi di continuità assistenziale.
Ma la preoccupazione è anche dei Comuni, nelle cui mani dovrebbe tornare la gestione dei servizi sociali, Comuni che si stanno rendendo conto di non avere la forza per affrontare un simile compito.
Quindi, occorre seguire una strada quasi obbligata, quella che conduca alla creazione di un nuovo soggetto, sempre un consorzio, che gestisca il sociale in convenzione con le Asl.
Segnali incoraggianti in questa direzione arrivano dalle SdS di Grosseto e di Pisa, che stanno apportando modifiche ai propri statuti in modo da proseguire le loro positive esperienze.
Anche la SdS Lunigiana deve imboccare questa via.
Ed è possibile farlo da una posizione di forza, visto che la SdS Lunigiana ha appianato le perdite ed è riuscita a chiudere il bilancio consuntivo 2012 in pareggio, dopo essere stata in “rosso” di oltre 300mila euro nel 2011.
Sicuramente una buona notizia per le fasce più deboli della popolazione lunigianese, che potranno contare anche nel 2013 su un sostegno concreto.
Giova, infine, ricordare che quando la SdS Lunigiana nacque, nel 2004, fu voluta da tutti, riuscendo ad andare oltre i campanilismi che bloccano da sempre la crescita della nostra terra.
Infatti, sono i campanilismi il principale nemico da battere in Lunigiana.
E' proprio la volontà di superarli, che viene da trent'anni di gestione solidale testimoniata dalla rete dei servizi territoriali, a costituire la nostra stella polare.


Aulla, 8 febbraio 2013


                                                                                         Il Presidente della SdS Lunigiana           
                                                                                                       Riccardo Varese