Come fare fronte alle ondate di calore

L’anticiclone africano “Lucifero” sta imperversando su tutta la penisola, flagellandola con le sue temperature elevatissime che mettono a rischio la salute delle fasce più vulnerabili della popolazione, in particolare gli anziani.
Pertanto, è stato attivato il programma regionale “Estate anziani 2017” e sono state rese disponibili informazioni per affrontare il caldo senza rischi.
La Società della Salute della Lunigiana, onde prevenire i rischi connessi alle ondate di calore, ha provveduto ad inviare ai Medici di Medicina Generale, ai responsabili delle RSA e dei centri diurni zona Lunigiana e ai referenti dei Comuni per il progetto “Anziani fragili” le informazioni e le raccomandazioni elaborate dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie, finalizzate al tempestivo riconoscimento delle persone a rischio per gli effetti provocati dalle ondate di calore e all’adozione delle misure preventive.
Le locandine e le brochure inviate, contenenti le indicazioni e i consigli per difendersi dalle ondate di calore, sono in esposizione presso gli studi e le strutture sanitarie affinché possano essere visionate da chi è maggioramente a rischio, anziani in primis.
”Anche se può sembrare ripetitivo o scontato, è bene ricordare agli anziani – spiega il presidente della SdS Lunigiana, Riccardo Varese – di bere molta acqua e di non uscire nelle ore più calde della giornata, perché i principali problemi di salute legati alle ondate di calore, come quella in atto, derivano proprio dal non avere queste buone abitudini”.
Pertanto, per proteggersi dai rischi per la salute connessi alle ondate di calore, si raccomanda a tutti i cittadini, in particolare alle persone anziane, quanto segue.
In casa: aerare i locali la mattina presto; cercare di controllare la temperatura interna, creando schermature alle finestre; soggiornare nelle zone più fresche; evitare di stare in ambienti poco ventilati, ai piani alti o in zone esposte al sole; limitare l’uso dei fornelli e del forno; lavarsi con acqua tiepida; privilegiare l’uso di un condizionatore d’aria; bere molti liquidi ed adottare un’alimentazione leggera; a letto evitare l’utilizzo di coperte e pigiami aderenti, meglio un lenzuolo.
Fuori casa: è consigliabile non uscire nelle ore calde della giornata (dalle ore 11 alle ore 17) ed evitare l’esposizione diretta al sole; cercare di indossare vestiti di colore chiaro (non aderenti e possibilmente di cotone e lino), occhiali da sole e cappello; non eliminare l’attività fisica, ma programmarla al mattino presto e dopo il tramonto; è utile, poi, passare più tempo possibile in ambienti climatizzati (negozi o altri luoghi pubblici).
In auto: in assenza di climatizzatore, evitare di intraprendere un viaggio nelle ore più calde della giornata; in caso di utilizzo di autovettura posteggiata al sole, prima di iniziare il viaggio è importante ventilare l’abitacolo; in caso di lunghi viaggi dotarsi di una scorta adeguata di acqua; non lasciare né persone né animali nell’auto parcheggiata al sole; se l’auto è climatizzata, regolare la temperatura su valori di circa 5 gradi inferiori a quella esterna; usare tendine parasole; evitare di orientare le bocchette della climatizzazione verso il conducente ed i passeggeri.

Uso dei farmaci: conservare i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta e, comunque, a temperatura inferiore ai 30 gradi; il caldo può potenziare l’effetto di molti farmaci utilizzati per la cura dell’ipertensione e di molte malattie cardiovascolari: è opportuno, quindi, effettuare un controllo più assiduo della pressione arteriosa ed eventualmente richiedere il parere del medico curante.

Aulla, 3 agosto 2017

L’ufficio stampa
SdS Lunigiana

2017-08-05T14:20:16+00:00

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi